Correre una maratona è un’ impresa veramente dura che necessita di una lunga preparazione, un duro allenamento, molta costanza e tanta forza di volontà. Correre 42,195 metri non è da tutti, ma come ben sappiamo ci sono persone che non si accontentano ed è per questo che esistono le ultramaratone, corse di lunghezza superiore ai già difficili 42 chilometri. Sono corse estreme, quasi impossibili, a cui partecipa un ristretto numero di persone con qualità veramente fuori dal comune. Eccovi 5 delle gare più dure ed affascinanti.

Spartathlon

spartathlon

Una gara di 246 km che si corre da Atene a Sparta a fine settembre. Viene considerata una delle più storiche e importanti al mondo. I requisiti per parteciparvi, ovviamente, sono molto severi come il regolamento di gara. E’ vietato qualunque supporto psicologico come musica o cellulare, farsi accompagnare da qualcuno, è presente un tempo massimo di 36 ore ed inoltre sono presenti dei limiti di tempo intermedi che se non vengono rispettati comportano l’eliminazione.

Antartic Ice Marathon

icemarathon

Se correre 100 km è un’ impresa durissima, correrli in Antartide la rende quasi impossibile. Questa gara si svolge a Novembre di ogni anno e i corridori devono sopportare oltre alla fatica delle temperature che arrivano anche a -30 gradi.

Marathon des Sables

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La Marathon des Sables è una suggestiva gara che si svolge nel Sahara marocchino ad Aprile. I partecipanti devono correre per circa 250 km in 6 giorni durante i quali dormono in tende nel deserto con quantità di cibo razionate.

Tor des Geants

torsdegeants

Si svolge in Val d’Aosta a settembre ed è considerato come il “trail più duro al mondo”. E’ una gara nella quale bisogna correre circa 330 km lungo un percorso veramente duro ed ostile. Non ci sono tappe prefissate, ma i partecipanti devono concludere la gara in un tempo massimo di 150 ore.

Self-Transcendence 3100 Mile Race

selftrascendence

E’ la gara più lunga al mondo. Si svolge tra Giugno ed Agosto nel Queens a New York. E’ lunga 3100 miglia (4989 km) che i corridori devono percorrere in massimo 52 giorni con una media quindi di quasi 100 km al giorno. Inoltre il tracciato è un cortissimo anello di 883 metri che deve essere percorso 5649 volte.