Lo scorso 6 Maggio sono stato al corso “Ableton University“, indetto direttamente dalla software house berlinese, allo IED a Milano.
Il corso, durato due ore, è stato un concentrato di risorse utili, un’intensa introduzione al mondo del Live Electronics e della produzione, rese più semplici e funzionali grazie proprio ad Ableton 9.

Audio to Midi” è una funzione innovativa introdotta nella nuova versione (disponibile dal 5 marzo 2013), che straordinariamente permette di trasferire “in uno spartito” un file audio e farlo suonare ad uno strumento virtuale. Questo file audio deve necessariamente contenere solo lo strumento che vogliamo trasferire e nessun rumore, dato che la funzione trasferisce in note tutte le frequenze che ”ascolta”. Ovviamente è possibile anche l’inverso, ovvero “Midi to Audio”.
Erano presenti due Dj di Radio 105, poiché la radio sta cambiando strumentazione e software: presto tutte le sue trasmissioni radio saranno gestite da Ableton e Push.

Al corso era presente PUSH, device frutto di una ricerca decennale e realizzato in collaborazione con AKAI.
Guai a chiamarlo ”device midi”: il PUSH è un vero e proprio strumento, chi sa sfruttarne in pieno le potenzialità è in tutto e per tutto un musicista.

push

L’interfaccia presenta uno schermo led, 11 rotativi touch, ovvero quando vengono toccati cambiano le informazioni sullo schermo, quando non vengono toccati tornano alle informazioni precedenti, diversi pulsanti illuminati e 64 pulsanti sensibili alla pressione, con led rgb.
Di seguito cito alcune delle funzioni più importanti:

  • passare da uno step sequencer ad una drum machine premendo solo 2 tasti.
  • suonare il pianoforte ed aggiungere l’effetto che vogliamo immediatamente, in modo da sentirlo proprio mentre riascoltiamo l’arrangiamento appena creato.
  • gestire il volume, le varie mandate ausiliarie (aux), in modo semplice ed intuitivo.
  • registrare le automazioni con un tasto e correggerle semplicemente registrando di nuovo.

Al termine del corso, dopo una sessione di domande, è stato possibile testare lo strumento sotto gli occhi dell’insegnante e di vari rappresentanti della software house, molto disponibili ai chiarimenti.

Ableton Live 9 (disponibile sia per Windows che per Mac) e Push adottano tutt’oggi le tecnologie migliori e si fondono perfettamente per creare lo strumento adatto e d’obbligo per ogni studio di registrazione, per ogni artista o musicista che non può più esimersi dall’utilizzare tecniche digitali.

Per controllare le prossime sessioni di Ableton University clicca qui.