@Gaia feat. @Michelangelo

E dunque è così. ci avviamo verso il declino del genere umano. Preparatevi all’arrivo del presidente Camacho. In realtà il tono apocalittico è solo uno scherzo, così come il titolo di questo articolo che può sembrare un clickbait, ma è un pretesto per introdurre una discussione nel vostro quotidiano. La notizia di cui prendiamo spunto è l’annuncio che WhatsApp, il più noto (anche se non il migliore) servizio di messaggistica moderno ha introdotto una nuova funzione che permette di cancellare i propri messaggi già inviati ad un destinatario singolo o ad una chat di gruppo.

La cancellazione sarà possibile però solo entro sette minuti dall’invio, sia che la persona abbia o non abbia visualizzato il messaggio. In ogni caso comunque, comparirà un avviso che informa dell’avvenuta eliminazione del messaggio. La nuova opzione sarà disponibile per l’ultima versione (ed attiva solo nel caso in cui entrambi gli interlocutori abbiano scaricato la versione più aggiornata) su iOS, Android e Windows Phone.

Ovviamente non è nostra intenzione annunciare l’apocalisse digitale, perché sappiamo che WhatsApp et similia sono strumenti utilissimi al giorno d’oggi, e fondamentali per raggiungere velocemente chiunque. Sia benedetta la tecnologia. Però viene anche da pensare che, uno strumento può avere utilizzi sia negativi che positivi, dipende tutto da come lo si usa. E che comunque, l’argomento, anche al Cast non è sembrato univocamente positivo:

TRATTO DA UNA CHAT VERA

(Ogni riferimento a persone, nomi, cose, città o animali è puramente casuale)

(Nessuna chat è stata maltrattata nella realizzazione di questo articolo)

GaiaRagazzi, avete letto della novità su Whatsapp?

GaiaChe ne pensate?

AlessandroCome Telegram!

UgoPerò Telegram non ha il limite dei 7 minuti, e si possono cancellare anche i messaggi più vecchi

Alessandrosi ma non nelle chat di gruppo

Michelangelopotrebbe anche risolvere momenti di vergogna creati da errori ortografici o da autocorrettori troppo dispotici

Michelangeloe magari anche dare la possibilità di salvarsi dall'imbarazzo del drunk-texting

Michelangelo(posto sempre che un amico riesca a strapparvi dalle grinfie il telefono entro i 7 minuti) 😂😂

AlessandroMa perché 7 poi?

MichelangeloCerto, nell'ottica della funzionalità, la nuova feature è utilissima

Michelangelomentre per i complottisti e nostalgici come me che indossano cappelli di stagnola e sbraitano contro le nuvole credo sia l'ennesimo passo avanti verso l'oblio, l'entropia, ed il «Dove andremo a finire signora mia» ed il «Era meglio una volta quando i nostri messaggi arrivavano a dorso di mulo»

GaiaMa siamo proprio sicuri però che un’opzione del genere vada in direzione di una comunicazione più chiara, scorrevole e comoda?

Gaiase le spunte blu avevano scatenato una vera e propria bagarre, quali saranno le reazioni di fronte ad un reticente quanto allusivo «Questo messaggio è stato eliminato»?

GaiaIo credo che non ricevere chiarimenti su quello che era il contenuto, ormai perso per sempre, sia una delle cose più snervanti

Gaiae non so quante e quali scusanti possano stare in piedi di fronte ad un tale corpo del reato

DomenicoCapisco quello che dici, ma stiamo parlando di una chat, a parer mio ha un’importanza relativamente minore rispetto ad un conversazione in cui due persone parlano guardandosi negli occhi

GaiaQuesto è innegabile, e non sto necessariamente parlando di conversazioni di importanza capitale

MichelangeloSe non fosse che lo spirito del tempo ci vede sempre più interconnessi digitalmente, ma sconnessi dal vivo

MichelangeloSempre più spesso deleghiamo alle app di messaggistica, quelle situazioni che di solito svolgevamo di presenza

Michelangelochi non ha tra le sue chat almeno un paio di gruppi di cazzeggio con gli amici, o un gruppo organizzativo dedicato alla laurea o al matrimonio di un amico?

MichelangeloCi troviamo ogni giorno di più a gestire situazioni anche leggermente più istituzionali con questi strumenti, come rapportarsi con un cliente

MichelangeloIl fatto è che lo scudo di una chat, che ci permette di non avere direttamente una persona di fronte, ci rende relativamente più sicuri, e ci permette di restare nella nostra comfort zone, sia fisicamente che mentalmente

MichelangeloL'unico limite che mantiene le chat terreno dove pesare comunque le parole, è dato dall'immanenza del testo scritto

Michelangeloverba volant, scripta manent. 😌

GaiaEsatto.

GaiaProviamo per un attimo a pensare a quante cose molto spesso tratteniamo per imbarazzo, indecisione o semplicemente buone maniere

Gaiaperché il presentimento di un futuro rimpianto per averle scritte è troppo forte.

GaiaSapere di poter rimuovere per sempre quello che si è scritto conduce inevitabilmente ad una certa rilassatezza e scioltezza nel buttare fuori ciò che si ha in testa

Gaia«Tanto al massimo lo cancello»

Gaiail ragionamento più naturale che ne segue, no?

DomenicoQuindi è come dirti ad esempio qualcosa e poi tornare sui miei passi, no?

GaiaIn un certo senso.

GaiaQuello che sta alla base e che non funziona però, a mio parere, è l'idea dell'inviare una cosa e riprendersela, dirla e poi rimangiarsela. Un meccanismo forse un po' rischioso perché, sebbene per pochi istanti (sempre che WhatsApp non decida a breve di estendere i minuti di ripensamento concessici), offre quella sorta di illusione di poter rimediare a qualsiasi errore, reale o meno, in una maniera del tutto virtuale che forse nella vita vera non potrebbe avere luogo.

AlessandroUna domanda

AlessandroMa per te è ingiusto cancellarlo se l’altro l’ha già letto, o se piuttosto non l’ha ancora letto?

GaiaIn entrambi i casi, è brutto leggere qualcosa che poi l’interlocutore decide di rimangiarsi

Gaiama sicuramente di più se non l’ho letto, per via del fatto che quel «Questo messaggio è stato eliminato» che poi rimane, lascia spazio ad infinite interpretazioni e dubbi

DomenicoMa se confondo la chat? O magari invio qualcosa per sbaglio?

GaiaMa andrebbe bene semplicemente un «Scusate ho sbagliato chat», sarebbe più onesto

DomenicoQuesto messaggio è stato eliminato

TeresaEh in quel caso secondo me è una salvezza, io sbaglio spesso chat e cancellare prima che l’altra persona legga avrebbe senso

TeresaVero anche però che può essere rischioso perché così falsare una conversazione diventa molto più semplice

AlessandroC’è una cosa che mi viene da pensare su tutto questo

AlessandroLa differenza tra parlare e scrivere è che scrivere diventa molto più semplice se si tratta di cose complesse. A voce magari affrontare questo tipo di conversazioni diventa faticoso.

AlessandroPer lo stesso motivo per il quale posso scrivere un messaggio e poi non inviarlo, oppure modificarlo per minuti prima di inviarlo senza che gli altri sappiano cosa contenga, è davvero così problematico che io possa cancellare o modificare un messaggio su cui ho premuto invio senza volerlo, evitando l’imbarazzo eterno?

MichelangeloCome lo scrivere e riscrivere un messaggio prima di inviarlo alla ragazza che ci piace

Michelangelo(ponendola nel dubbio che quel «Sta scrivendo...» immutabile da circa mezz'ora significhi il trovarsi di fronte all'Alighieri dei millennial)

MichelangeloIl fatto è che però le chat in fin dei conti sono spazio per una comunicazione veloce e breve

Michelangelo(BREVE! Si! Sto parlando con te!)

Michelangelo(degenerato che lancia messaggi vocali lunghi come un brano dei Pink Floyd)

Michelangelo(Non lo faremo un doppio album coi greatest hits dei tuoi messaggi vocali!) 😂😂

Alessandroper quanto riguarda gli accordi grazie a dio valgono solo le firme, sia se ci sono chat, che registrazioni

MichelangeloA me preoccupa anche il fatto che più velocemente di quanto pensiamo le chat stanno diventando una sostituzione delle conversazioni dal vivo

Michelangeloavere un terminale che ci permette di essere sempre raggiungibili sta influendo molto su come viviamo le nostre interazioni, invadendo anche quei momenti in cui non avremmo bisogno di tenere in mano un telefono

MichelangeloSe non mi credete, posso portarvi un paio di situazioni nelle quali vi sarete ritrovati di certo: siete a tu per tu con qualcuno, un amico, un collega d'università o di lavoro, e mentre discutete di qualcosa vi girate per guardarlo, e lo trovate immerso nella lettura di una chat

MichelangeloOppure siete fuori con amici, per un concerto, una pizza, o un aperitivo

MichelangeloState discutendo e ad un certo punto l'argomento trova una sua normale conclusione

Michelangeloe prima che le parole finiscano di risuonare, vi ritrovate tutti col telefono in mano

Michelangelo(e non lo dico perché io sono un messia incorrotto, ma perché anche io mi sono beccato a fare lo zombie così) 😅

AlessandroAzz vero, lo vedo spesso purtroppo

Alessandroche poi mi sembra puntualmente di guardare il muro 😆

Alessandroè brutto quando sei l'unico che non l'ha preso e ti chiedi perché cazzo lo stanno facendo. Perché non possono farlo dopo?

MichelangeloLa cosa incredibile è che come un intero gruppo di solito si eclissa ognuno con la faccia nel proprio schermo, di colpo tutti assieme, si ritorna alla vita reale

MichelangeloUn sorta di pausa collettiva dalla realtà

MichelangeloE non è un modo tremendo di vivere i rapporti? Un sorta di conversazione 'light', per questo le chat stanno influenzando anche nostre interazioni reali

GaiaConcordo

Gaiafiniamo per prediligere le chat perché richiedono meno coinvolgimento, probabilmente perché abbiamo la sensazione di poter riprendere la discussione quando vogliamo

DomenicoAnche se questo dipende molto da persona a persona

DomenicoComunque solitamente quando la gente fa così prendo anche io il telefono in mano e mando messaggi con scritte cose (il più delle volte «Posa ‘sto telefono»)

MichelangeloCertamente

Michelangeloperò è sempre più frequente

MichelangeloE nulla mi toglie dalla testa, da buon complottista che il successo di app come JustEat e similari sia dovuto non solo alla facilità d'uso ed alla possibilità di scelta, ma che anche al non dover avere una conversazione telefonica con uno sconosciuto

Michelangelo(sarebbe interessante scriverci su qualcosa per TASC) 🤔

AlessandroNon hai idea di quante volte mi capita di vedere gli amici alienarsi al telefono, soprattutto con una mia amica a cui voglio bene ma che quando fa così la mollerei là, da sola

Alessandroanche mentre parla

Alessandrobamm, apre Instagram

MichelangeloAnche un’amica mia! Instagram, e giù di gattini e tatuaggi!

Alessandroe lì non ti sale la violenza? 😂😂😂😂

TeresaQuesto messaggio è stato eliminato

Michelangelo😂😂😂😂

AlessandroComunque @Gaia hai lanciato una bella bomba etica. All'inizio non capivo bene perché ti faceva infervorare cosí, ora mi è piú chiaro.

AlessandroTi va di scriverci sopra qualcosa per spiegare il tuo punto di vista? @Michelangelo potreste accordarvi per unire le argomentazioni, che dici?

Noi del Cast l’abbiamo presa così ed è nato questo articolo. Le osservazioni riportate sono tutte reali, anche se magari riscritte al meglio (sì, siamo gente che usa il “piuttosto che” in maniera disgiuntiva).

E tu che leggi questo articolo, che ne pensi della nuova funzione di WhatsApp? Stiamo esagerando o è capitato anche a te? Ci piacerebbe sapere la tua opinione!