In qualunque epoca storica l’adulterio è stato un argomento controverso. Sin dall’epoca dei romani è stato un comportamento punito in maniera fin troppo cruenta, ma oggi è praticamente depenalizzato, a parte per alcune situazioni giuridiche particolari (normalmente se viene dimostrato un danno a salute, immagine, riservatezza, relazioni sociali, dignità del coniuge, ecc, è previsto un risarcimento in denaro per la parte lesa). Mai prima d’oggi avrei però pensato di trovarmi davanti ad una delle più basse forme di business che si possano incontrare, ossia il business dei tradimenti extraconiugali.

Gleeden: come tradire il proprio partner in 5 graziosi passi

Gledeen è un sito di incontri specificatamente extraconiugali che promette quasi di essere una terapia per tutte quelle persone che sono perse nella routine del matrimonio o che semplicemente cercano avventure senza rischi per la loro privacy. Con i suoi 3 milioni di iscritti, si rivela uno dei business più promettenti in tal senso, in particolar modo per la trasparenza con cui dice di operare. Quello su cui il servizio batte molto è il fatto di essere onesto sulla libertà che tutti gli iscritti possano dichiarare di essere effettivamente sposati e di non nascondersi per questo motivo in classici siti d’incontri. Ma come fa un servizio che accompagna verso un percorso di disonestà a parlare di onestà?

Gleeden adulterio cartelloni metro

Uno dei punti su cui nelle “domande frequenti” si fa più spesso riferimento è quello per cui il servizio “non istiga all’adulterio”. Sappiamo che questo non è altro che un disclaimer per operare con più tranquillità, ma quanta ipocrisia ci vuole per scrivere una cosa simile?

Gledeen, per quanto ne vogliano dire, istiga proprio all’adulterio, lo rende accessibile, semplice e lo fa anche con una strategia di marketing molto attraente.
Sulla homepage del sito si possono leggere esperienze di utenti che hanno usufruito del servizio (tutti testi probabilmente stilati dagli stessi creatori), che attraverso i più vecchi clichè in materia di coppia toccano questi 3 punti fondamentali:

  1. Grazie a quel tradimento il mio matrimonio è rinato;
  2. Grazie alla presenza di diversi amanti vivo la mia vita coniugale con più calma e serenità;
  3. Grazie a questo sito mi sento attraente perchè ho un sacco di partner;
  4. Confrontandomi con altre persone capisco finalmente il punto di vista del mio partner all’interno del rapporto quotidiano di coppia.

E serviva portartele a letto per chiedergli un consiglio? Ma davvero?

Altra genialata del reparto di marketing è stata rendere il sito a pagamento unicamente per gli uomini…vi spiego il perchè:
il pagamento di un servizio prevede cognitivamente l’utilizzo completo dello stesso. Un uomo, nella nostra società, ha meno problemi ad affrontare il suo stesso giudizio nel momento in cui decide di tradire. Per una donna è molto più complesso non sentirsi giudicata per essere un’adultera, il tutto per una quantità di motivi legati sempre alle sovrastrutture della nostra società ed alla sua morale.
Il rendere gratis questo servizio per le donne da l’illusione fino alla fine che non si stia facendo niente di male, che magari può essere solo un gioco. Ma ad addentrarsi troppo nella tana del Bianconiglio si finisce senza testa.

“Adulterio rapido e sicuro”…lo dice La Repubblica

Quando ho aperto il sito non è stato tanto il tipo di servizio che mi ha lasciato basito, tutti sappiamo che nel web si possono trovare servizi per qualunque cosa desideriamo. La cosa che mi ha lasciato di stucco è stato vedere che il sito era stato recensito da testate quali Elle, Cosmopolitan, Grazia, Glamour, Vanity Fair e soprattutto La Repubblica.
Premettendo che ogni giornale ha parlato del servizio in modo diverso, premettendo anche che probabilmente sono stati tutti pagati per questo, come vi viene in mente di sponsorizzare al vostro pubblico già fin troppo sensibile all’argomento in questione un metodo per rovinare la propria famiglia?

Quello di cui parliamo oltre ad un’istigazione all’adulterio è in realtà una diretta causa di violenze domestiche. La maggior parte delle violenze domestiche di cui di continuo si parla, tra uomini che uccidono le proprie compagne e donne che sfigurano uomini con acidi presi in prestito da Breaking Bad, sono causate proprio da comportamenti adulteri.

Adesso starete pensando “Non è importante questo, nessun comportamento giustifica una reazione di una simile violenza”. Sì, grazie, ci mancherebbe.
Il fatto che preoccupa è il come questo giustifichi però l’ignorare la realtà che ci circonda. Se uno dei motivi principali di una violenza è l’adulterio, istigare all’adulterio diventerà automaticamente un motore di violenza, e non importa che non sia giusto, ma si sta comunque innescando un motore di plausibile causa effetto e questo unicamente per una questione di business, di soldi. Dov’è la responsabilità morale di tutto questo?

Dei figli di queste coppie non serve neanche parlarne, in quanto è chiaro quando la vita di un bambino possa cambiare in seguito ad una separazione che avviene per un tradimento, instillando nel piccolo anche determinati valori distorti.

La tristezza di un mondo fatto di narcisismo e scorciatoie

Questo fenomeno non è altro che una derivazione di quelle tendenze narcisistiche che vediamo in ogni campo. All’interno della nostra società alcuni grandi business sono riusciti ad instillarci la necessità di piacere piuttosto che piacersi e quindi di rispettare canoni che anche se non ci appartengono ci fanno sentire bene in maniera direttamente proporzionale al numero di like sotto ai nostri selfie.

gambe di donna

La proliferazione di questi servizi risponde semplicemente al bisogno di trovare scorciatoie e palliativi a situazioni e difficoltà della quotidiana vita coniugale, situazioni che non si vogliono affrontare di petto con una persona che ci è stata accanto per anni.

Quanto è più facile tradire di continuo affermando che questo aiuti la vita di coppia perchè distrae dai veri problemi piuttosto che affrontarli?
Quanto è più facile accrescere la propria autostima andando a letto con persone che magari neanche ci attirano davvero solo per confermare che siamo ancora capaci di attrarre?
Perchè essere qualcuno è diventato improvvisamente soltanto l’essere apprezzati da altri invece che l’essere soddisfatti delle persone che si è diventati?

Caro Dante, tu che ne pensi? La bocca di Lucifero sarà abbastanza grande per tutti questi traditori?