Anche quest’anno ti hanno fatto credere…

  • di essere senza speranza per il futuro;
  • di appartenere a delle categorie che servono solo per vendere prodotti;
  • che per essere giusto/a tu debba seguire un modello che in realtà non piace a nessuno, anche se lo fanno sembrare amatissimo da tutti;
  • che se non sei dove sono gli altri non esisti più;
  • che tu debba dire di te tutto ed in ogni momento per esistere, dando loro la possibilità di raccoglierne i profitti e le informazioni; e mentre tu ti deprimi a vedere la vita degli altri in un video, condividi la tua che in realtà non ti sembra nemmeno più reale;
  • che la politica sia malata e quindi bisogni evitarla, dare spazio alle radicalizzazioni invece che al cervello;
  • che pensare sia pesante e tutto ciò che è pesante sia noioso invece che profondo;
  • che la scienza sia finta e faziosa e che pensare a lungo termine sia inutile, costa troppa fatica;
  • che la morale sia un valore negativo, quando morale non significa bigottigia, ma significa non essere ipocriti con le proprie idee e con sè stessi;
  • che gli ideali non esistano più, che siamo un gruppo solo nei dati e nelle statistiche, ma non quando ci sia qualcosa da cambiare; ormai in realtà siamo degli egoisti narcisisti presi singolarmente, che si venderebbero anche la mamma per andare avanti.

Per questo 2018 vi auguriamo…

  • di pensare tanto, di essere pesanti, gravi nelle vostre scelte e nella vostra vita;
  • di chiedervi sempre “Sto per fare una cosa intelligente? Porterà qualcosa di realmente buono per qualcuno?” prima di fare qualcosa. Una risposta negativa è già una risposta;
  • di partecipare attivamente alla vita della vostra comunità per cambiare qualcosa, invece di aspettare che lo facciano gli altri senza che nemmeno glielo diciate;
  • di tornare ad avere un ideale che non sia un vostro sogno, ma l’ideale di un mondo intorno a voi;
  • di inseguire profondamente la vostra felicità, rispettando sempre quella degli altri;
  • di vivere più la vita vera e meno quella del mondo dove state leggendo queste parole, il mondo della finzione e degli avatar con la supervita e col vostro nome e cognome;
  • di non cercare di essere protagonisti nel mondo attraverso Instagram, perchè non lo siete e non lo sarete mai, sarete sempre uno di tanti…cercate di esserlo nella vostra vita invece, per non essere il personaggio scritto da qualcun’altro;
  • di avere pochi amici, ma da vedere spesso e con cui vi sentiate a casa;
  • di circondarvi di persone positive e rispettose che vi capiscano, altrimenti non ci sarà nulla di illuminato nella vostra vita;di non essere solo dei genitali per gli altri, ma qualcosa di più senza inganni;
  • di non farvi guidare dalle aspettative degli altri come uomini o donne, ma come persone libere;
  • di essere rispettati sempre come voi rispetterete gli altri;
  • di ricreare e non andare mai contro la vostra morale, per essere soddisfatti di voi stessi ed essere finalmente di nuovo diversi dagli animali…o da un cellulare.

Viviamo in una boccia di vetro piena d’acqua, ma magari si può portare fuori qualche altro pesce rosso da questo fin troppo ingiustificabile Mondo Liquido.

Auguri a tutti voi dal Cast di Tasc.